Terapie integrate nel dolore cronico (PENS E PRF)

PENS Therapy:

Si tratta di una procedura  mini invasiva mirata al trattamento del dolore cronico, di tipo  nocicettivo  e neuropatico, resistente alle terapie convenzionali.

Si tratta di una scarica di corrente a basso voltaggio, di intensità variabile, condotta per via percutanea ( si posiziona un ago, elettrodo stimolante,  di diversa lunghezza nel sottocute della zona dolorosa) in modo da ridurre la stimolazione del nervo e della zona sofferente.

Si utilizza per:

Dolore mio fasciale;
Cervicobrachialgie croniche;
Cervicalgie;
Dolore fibromialgico;
Cefalea muscolotensiva;
Nevralgia trigeminale;
Nevralgia post erpetica;
Nevralgia occipitale;
Dolore post chirurgico;
Cicatrici ipertrofiche e dolorose.

Viene effettuata in sala operatoria in regime convenzionato (serve impegnativa del curante) senza necessità di  guida ecografica o amplificatore di brillanza. Le controindicazioni sono scarse o assenti. La durata dell’efficacia del trattamento varia da pochi giorni a mesi e questo costituisce un’alternativa ai farmaci o la possibilità di ridurne l’uso.

La durata tecnica della procedura è di circa mezz’ora.

 

Trattamento PRF:

Ha come obiettivo il dolore cronico ( es: nevralgia del trigemino, dolore cronico artrosico articolare di spalla, ginocchio, ecc., lombalgie croniche, emicranie ecc.).

Funziona interrompendo lo stimolo doloroso attraverso l’effetto termico legato alla liberazione di correnti che agiscono sulle terminazioni e le vie nervose, alterandone la funzionalità.

Il vantaggio è quello della possibilità di scegliere la temperatura è la quantità di corrente erogata.

La procedura avviene in anestesia locale sotto apparecchio a Rx ( amplificatore di brillanza) che serve per guidare e posizionare gli aghi nell’area specifica dolorosa o responsabile del dolore.

Quando l’ago è in posizione si utilizza un generatore che trasmette radiofrequenze alla punta del l’ago che è in contatto col nervo responsabile di inviare segnali dolorosi al SNC.

Il sollievo può durare dai tre a dodici mesi. La tecnica è ritenuta una procedura efficace e sicura.

L’intervento di PRF ha una durata di circa mezz’ora a seconda delle zone e del numero di punti dolorosi da trattare.

Anche questo trattamento è convenzionato col SSN previa acquisizione dell’impegnativa del curante.